Gestione dei rifiuti

L'impiego dei reflui oleari e, in particolare, di acque di vegetazione non trattate su colture o suoli come fertilizzante e/o ammendante (leggi un esempio di tale applicazione) costituisce una pratica comune grazie al loro contenuto in sostanza organica e nutrienti in grado di migliorare le caratteristiche di suoli piuttosto aridi e poveri. Comunque i problemi legati allo smaltimento delle acque di vegetazione non sono ancora completamente risolti dal momento che tali prodotti possono avere impatti negativi sulla vita acquatica, con modificazione del colore delle acque, della loro tossicità e odore. Un metodo di smaltimento bilanciato richiede un'applicazione al terreno controllata di acque correttamente caratterizzate. Un altro problema importante è che il pre-trattamento di tali reflui dovrebbe accrescerne la qualità così come rimuovere gli elementi che ne determinano la tossicità.

Riferimenti bibliografici

López-Piñeiro A., S. Murillo, C. Barreto, A. Muñoz, J.M. Rato, A. Albarrán and A. García (2007). Changes in organic matter and residual effect of amendment with two-phase olive-mill waste on degraded agricultural soils, Sci Total Environ 378: 84–89.

Saadi I., Y. Laor, M. Raviv and S. Medina (2007). Land spreading of olive mill wastewater: Effects on soil microbial activity and potential phytotoxicity, Chemosphere 66: 75–83.

Saviozzi A., R. Levi-Minzi, R. Cardelli, A. Biasci and R. Riffaldi (2001). Suitability of moist olive pomace as soil amendment, Water Air Soil Pollut 128: 13–22.