Innovazioni

Evaporazione sotto vuoto applicata alle acque di vegetazione

Una tecnologia che può essere presa in considerazione per una gestione e uno smaltimento più sostenibili delle acque di vegetazione è l'evaporazione sotto vuoto. Tale tecnica è derivata da altri settori industriali quali il settore galvanico, la metallurgia, la produzione chimica e farmaceutica, la trasformazione alimentare e il settore tessile. La sua applicazione a è stata già saggiata su altri tipi di substrati ad alto contenuto in sostanze inquinanti e merita di essere approfondita per ciò che concerne le acque di vegetazione.

Il principio su cui si basa è molto semplice: in condizioni di vuoto i liquidi possono bollire a temperature molto più basse di 100 °C, circa 37 °C. Come prodotti del processo di evaporazione si ottengono acqua demineralizzata (in misura del 85-95% del volume iniziale di liquido) che può essere riutilizzata e sostanze di rifiuto concentrate (in misura del 5-15%) all'interno delle quali gli inquinanti sono concentrati e possono pertanto essere smaltiti con una significativa diminuzione dei costi (si veda in merito il documento esplicativo).

Per ulteriori informazioni è possibile contattare:

Delca (Torino) - tel. 0039.011.4550742