Azioni-Progresso

The project foresees the development and application of 20 Actions

Actions 1,2,3,4,5,6,8,9,10,13,14,16,17,18 and 19 are active while Actions 7,11 and 12 have been completed.

DESCRIPTION

AZIONE 1. Coordinamento del progetto da parte del SSIA-ACTIVE

Azioni che assicurino un coordinamento armonioso degli aspetti amministrativi, legali e finanziari del progetto.

 

AZIONE 2. Messa a punto di una biblioteca informatica: Suolo (SSIA)-ACTIVE

Raccolta di dati riguardanti: attività dei frantoi, luoghi di attività, volume e tipo di rifiuti, metodi di smaltimento, grado di inquinamento del suolo, studi esistenti relativi all’inquinamento a livello regionale, azioni intraprese per ridurre l’impatto ambientale, metodi per l’analisi chimica dei suoli, sistemi di monitoraggio del suolo, strategie sviluppate e messe in opera, metodi per la correzione/protezione già applicati o potenzialmente applicabili, risultati e benefici potenziali, attrezzature necessarie e costi relativi, strutture per la produzione di compost, indicazioni di tipo legislativo nazionali in materia ambientale. I dati raccolti saranno inseriti all’interno del sito web del progetto.

  • Deliverable-30/6/2010: Info-library (Delivered)

AZIONE 3. Messa a punto di una biblioteca informatica: Acqua (TUC)-ACTIVE

Raccolta di dati relativi a: grado di inquinamento dei corpi idrici, studi preesistenti relativi all’inquinamento su scala regionale, azioni intraprese per ridurre l’impatto ambientale, analisi del rischio a livello regionale relativo alla gestione complessiva dei reflui oleari, metodi per l’analisi chimica delle acque, sistemi di monitoraggio delle acque, strategie sviluppate e messe in opera, metodi di analisi chimiche, metodi correttivi/protettivi delle acque che sono già stati applicati o che possano essere potenzialmente applicati, risultati e benefici potenziali, attrezzature necessarie e costi relativi, indicazioni di tipo legislativo nazionali in materia ambientale. I dati raccolti saranno inseriti all’interno del sito web del progetto.

  • Deliverable-30/6/2010: Info-library (Delivered)

AZIONE 4. Messa a punto di una biblioteca informatica: Gestione dei rifiuti (CEBAS)-ACTIVE

Raccolta di dati relativi a: grado di inquinamento dei corpi idrici e del suolo, studi preesistenti relativi all’inquinamento su scala regionale, azioni intraprese per ridurre l’impatto ambientale, strategie di gestione delle acque di vegetazione in funzione dell’impatto ambientale, tecnologie di trattamento dei rifiuti già applicati o potenzialmente applicabili, studio di casi pilota già finanziati, metodi per l’analisi chimica dei reflui oleari, metodi applicati fino ad ora o analizzati o applicati in impianti pilota per il trattamento dei rifiuti oleari solidi, strutture e tecnologie per il compostaggio, dati di natura economica, indicazioni di tipo legislativo nazionali in materia ambientale, biorimediazione. I dati raccolti saranno inseriti all’interno del sito web del progetto.

  • Deliverable-30/6/2010: Info-library (Delivered)

AZIONE 5. Messa a punto di una biblioteca informatica: Organizzazione dei dati (CERSAA)-ACTIVE

Raccolta di dati relativi a: metodi di analisi chimica dei rifiuti oleari e dei suoli, tecniche di monitoraggio per la determinazione dei rischi potenziali derivanti dai reflui oleari (soprattutto rivolti alla valutazione e alla quantificazione della presenza di sostanze grasse, livello di BOD, COD e residui di fitofarmaci) prendendo in considerazione tecniche potenzialmente adattabili ad una valutazione in situ dei rischi, metodi applicati fino ad ora o analizzati o applicati in impianti pilota per il trattamento dei rifiuti oleari solidi, metodi per valutare la presenza di fitofarmaci all’interno dei reflui oleari in bassa e bassissima concentrazione, indicazioni di tipo legislativo nazionali in materia ambientale. I dati raccolti saranno inseriti all’interno del sito web del progetto.

Raccolta e categorizzazione di tutti i dati raccolti dagli altri partner e loro inserimento all’interno della biblioteca informatica.

  • Deliverable-30/6/2010: Info-library (Delivered)

AZIONE 6. Messa a punto di una biblioteca informatica: Sito web (IMS)-ACTIVE

Progettazione di un sito web in 4 lingue (inglese, spagnolo, italiano e greco) che sarà aggiornato durante l’intera durata del progetto con il contributo di tutti i partner. Questo sito web sarà multidimensionale e conterrà, oltre ai risultati del progetto, informazioni relative ad argomenti riconducibili al tema generale “Produzione dell’olio di oliva nel bacino del Mediterraneo”.

  • Deliverable-30/6/2009: Web-site of the project (Delivered)
  • Deliverable-30/6/2010: Info-library (Delivered)
  • Deliverable-30/12/2010: GIS maps of the pilot municipality (Delivered)

AZIONE 7. Raccolta dei dati, studio preliminare dell’area di attuazione del progetto (TUC)-COMPLETED

Studio preliminare del comune pilota scelto per la sperimentazione a Creta. Raccolta e valutazione di tutti i dati disponibili riguardanti le attività dei frantoi e l’impatto dello smaltimento dei reflui oleari sull’ambiente e sulle comunità locali.

  • Deliverable-31/3/2009: Report of preliminary study of the pilot municipality (Delivered

AZIONE 8. Progettazione e attuazione di un sistema di monitoraggio per la qualità del suolo presso il comune pilota (SSIA)-ACTIVE

L’area pilota sarà studiata attraverso la conduzione di analisi fisico-chmiche e biologiche. Verranno prelevati un certo numero di campioni di suolo dalle aree oggetto di smaltimento, da aree vicine e circostanti le lagune/stagni di smaltimento e al di sotto di essi. I parametri misurati saranno: struttura del suolo, porosità, grandezza dei granuli, livello della falda, pH, conducibilità elettrica, capacità di scambio cationico, cationi/anioni scambiabili, contenuto in nutrienti (N, P, K), sostanza organica, Cl, SO42-, B, NO3-, fenoli, e contenuto in tannini.

Saranno proposti un insieme di parametri in grado di caratterizzare la qualità del suolo (contaminazione dovuta ai reflui oleari e decontaminazione) che potranno essere utilizzati da parte delle autorità locali come indicatori dell’inquinamento causato dallo smaltimento dei reflui oleari.

  • Deliverable-30/6/2010: Environmental risk assessment of the pilot municipality (Delivered-it will be updated)
  • Deliverable-30/6/2010: Set of chemical, biochemical and microbiological parameters to detect contamination by olive oil mills' wastes (Delivered)
  • Deliverable-30/6/2010: Soil Minitoring System (to be Delivered until 31/12/2011)

AZIONE 9. Progettazione e attuazione di un sistema di monitoraggio per la qualità dei corpi idrici presso il comune pilota (TUC)-ACTIVE

Un sistema di monitoraggio progettato appositamente verrà messo in opera presso il comune pilota per monitorare la qualità di tutti i corpi idrici esistenti compresi i ruscelli superficiali e le acque sotterranee.

La progettazione del sistema si baserà sull’analisi dei dati raccolti in un arco temporale di almeno 1 anno per identificare le potenziali sorgenti di contaminazione, la concentrazione dei contaminanti principali, l’identificazione dei meccanismi di trasporto e il destino dei contaminanti nel mezzo acquoso. Infine saranno definiti i trend stagionali.

  • Deliverable-30/6/2010: Environmental risk assessment of the pilot municipality-Water bodies (Delivered-it will be updated) 
  • Deliverable-30/6/2010: Minitoring System for water bodies (Delivered-it will be updated)

AZIONE 10. Uso controllato di reflui oleari liquidi e solidi per la fertilizzazione di oliveti (CERSAA)-ACTIVE

Valutazione degli effetti potenziali derivanti dall’applicazione di reflui per la fertilizzazione; messa a punto di una guida per l’impiego sicuro dei reflui oleari all’interno di oliveti e sviluppo di mezzi rapidi per l’analisi dei reflui utilizzabili in campo. Con il completamento di questa azione verrà fatta una valutazione integrata di dati di tipo scientifico, tecnico ed economico.

Verranno identificate le condizioni necessarie per il trasferimento delle tecniche dalla piccola scala ad una scala regionale/nazionale e verrà creata una guida/report informativo.

  • Deliverable-30/9/2010: List of validated methods for olive oil wastes analysis (Delivered)
  • Deliverable-30/6/2011: Guidelines for safe use of OOM wastes for crop production

AZIONE 11. Sperimentazione in laboratorio - Biorimediazione (CEBAS) - COMLETED

Sarà condotto un esperimento all’interno di un microcosmo per stabilire l’efficacia delle operazioni coltura

li in termini di biorimediazione dei suoli contaminati da reflui oleari e per ottimizzare questa tecnica di biorimediazione.

Verrà studiata l’incidenza di molte variabili sulla biorimediazione dei suoli contaminati e stabilite le migliori condizioni per la messa in atto di opportune pratiche colturali all’interno degli appezzamenti pilota.

  • Deliverable-30/6/2010: A guide for the application of bioremediation at larger scale (Delivered)
  • Deliverable-30/6/2010: Description of a suitable low cost remediation technique  for contaminated soil due to OOM wastes disposal (Delivered)
  • Deliverable-30/6/2010: Financial and Technical evaluation of demonstration action (Delivered)

AZIONE 12. Sperimentazione in laboratorio - Impiego di materiali porosi (SSIA)-COMPLETED

In laboratorio verranno utilizzati clinoptilolite (zeolite naturale), ma anche bentonite e altri materiali porosi a basso costo (ad es. lignite povera) e definite le condizioni ottimali per la loro applicazione ai suoli c

ontaminati.

  • Deliverable-30/6/2010: Report of best application method of porous materials at olive oil mills' disposal areas (Delivered)
  • Deliverable-30/6/2010: A guide for the use of porous materials as soil additives at larger scale (Delivered)

AZIONE 13. Pre-trattamento dei rifiuti oleari (TUC)-ACTIVE

Valutazione della reattività di differenti mezzi e definizione del tempo ottimale di decantazione. Calcare grossolano, ferro metallico (sottoprodotto/rifiuto derivante da processi metallurgici e di raffinazione) e lignite povera verranno utilizzati come substrati di reazione per il pre-trattamento dei reflui oleari.

In aggiunta al periodo ottimale di decantazione verrà valutata anche l’efficacia e la longevità di questo sistema di pre-trattamento.

  • Deliverable-30/6/2010: Report on the design and operation of a prototype waste pre-treatment system (Delivered)
  • Deliverable-30/6/2010: A guide for the application of the waste pre-treatment system in the pilot area (Delivered-it will be upadated)

AZIONE 14. Applicazione pilota e valutazione della tecnologia di protezione/correzione del suolo (SSIA)-ACTIVE

L’applicazione pilota è volta a fornire uno scenario integrato adatto per le aree oggetto di smal

timento dei reflui oleari, scenario che include la protezione/correzione del suolo e dei corpi idrici, il riciclo dei rifiuti attraverso il compostaggio e un pre-trattamento dei rifiuti che risulti conveniente e che ne riduca il contenuto in sostanze tossiche.

Dopo l’attuazione delle prove di laboratorio previste dalle azioni 11 – 13, verranno identificati i metodi di protezione più appropriati e saranno attuate le migliori misure adatte all’area dopo la valutazione delle possibili combinazioni di metodi disponibili. Il risultato atteso di questa azione consiste nella definizione e nell’attuazione di una tecnologia integrata di protezione/correzione del suolo e dell’acqua che, in aggiunta, ridurrà il carico tossico dei rifiuti nonché il loro volume attraverso il processo di compostaggio.

  • Deliverable-31/3/2012: Benefits of soil remedial/protective technique
  • Deliverable-31/3/2012: Guidelines for composting procedure at a small practical scale
  • Deliverable-31/3/2012: Benefits of waste pre-treatment procedure in pilot scale
  • Deliverable-31/3/2012:Financial and Technical evaluation of the demonstration actions

AZIONE 15. Approccio integrato di azioni, misure e mezzi adatti per il bacino del Mediterraneo – Analisi del quadro legislativo (CEBAS)-INACTIVE

Verrà definito e proposto un approccio integrato di azioni, misure e mezzi che possano essere impiegate da parte dei Paesi del Mediterraneo. Si cercherà di ottenere l’estensione delle diverse azioni da un livello locale ad uno regionale/nazionale/transnazionale congiuntamente alla loro integrazione.

Tale integrazione, dopo una valutazione di tipo economico e tecnico, si tradurrà in una strategia efficace e adatta ai Paesi del bacino del Mediterraneo. Verranno presi in considerazione e registrati eventuali limitazioni e ostacoli alla realizzazione. Se necessario, saranno proposte soluzioni e scenari alternativi.

  • Deliverable-30/6/2012: Integrated Strategy of actions, measures and means suitable for Mediterranean countries

AZIONE 16. Divulgazione - Spagna (CEBAS)-ACTIVE

Il piano di divulgazione in Spagna è suddiviso in 4 sezioni di attività: divulgazione rivolta a stakeholder nazionali, divulgazione nel bacino del Mediterraneo, divulgazione alle autorità locali e divulgazione a livello internazionale.

  • Deliverables : Proceedings and informative material of workshops and of the final conference (continuously delivered)

AZIONE 17. Divulgazione - Italia (CERSAA)-ACTIVE

Il piano di divulgazione in Italia è suddiviso in 4 sezioni di attività: divulgazione rivolta a stakeholder nazionali, divulgazione nel bacino del Mediterraneo, divulgazione alle autorità locali e divulgazione a livello internazionale.

  • Deliverables : Proceedings and informative material of workshops and of the final conference (continuously delivered)

AZIONE 18. Divulgazione - Grecia (SSIA)-ACTIVE

Il piano di divulgazione in Grecia è suddiviso in 4 sezioni di attività: divulgazione rivolta a stakeholder nazionali, divulgazione nel bacino del Mediterraneo, divulgazione alle autorità locali e divulgazione a livello internazionale.

 

  • Deliverables : Proceedings and informative material of workshops and of the final conference (continuously delivered)

AZIONE 19. Monitoraggio del progetto (SSIA)-ACTIVE

L’attività di monitoraggio del progetto durerà 48 mesi (intera durata del progetto) ed è volta a quantificare e documentare l’efficacia delle azioni stabilite da progetto confrontandola con la situazione iniziale, gli obiettivi, i risultati attesi e l’impatto ambientale.

 

AZIONE 20. Piano di divulgazione successivo al progetto LIFE (TUC)-INACTIVE

Sarà sviluppato un piano di divulgazione successivo alla conclusione del progetto dal momento che è importante garantire una divulgazione continua. Verrà perciò sviluppato un piano che garantisca la divulgazione e la potenziale applicazione dei risultati ottenuti attraverso idonei stakeholder e soprattutto attraverso le associazioni di categoria, che sono nella posizione più favorevole per poter distribuire informazioni e conoscenza tra i loro membri.