Campionamento delle acque

Le caratterische che definiscono la qualità delle acque sono spesso classificate come fisiche, chimiche (organiche ed inorganiche) o biologiche e ulteriormente classificate come relative alla salute o estetiche. Al fine di caratterizzare le acque in modo efficace è necessario stabilire appropriate procedure di campionamento e di analisi. I programmi di campionamento delle acque vengono intrapresi al fine di ottenere:

  • informazioni riguardanti le caratteristiche di sorgenti d'acqua potenziali o già esistenti;
  • dati di routine relativi al comportamento delle piante;
  • dati che possano essere utilizzati per documentare la performance di un certo trattamento o processo;
  • dati che possano essere utilizzati per mettere in atto nuovi programmi;
  • dati necessari per documentare la rispondenza a certi limiti di legge.

Dal momento che i dati relativi alla qualità dell'acqua servono in definitiva come base per la realizzazione di impianti e progetti per il trattamento delle acque, le tecniche di campionamento utilizzate devono assicurare  che i campioni raccolti siano rappresentativi, riproducibili e utilizzabili. Prima di intraprendere un campionamento deve essere predisposto un dettagliato protocollo insieme ad un piano che ne assicuri la qualità (Quality Assurance Plan - QAP). Gli elementi tipicamente specificati e funzionali alla raccolta dei campioni sono riportati nella Tabella seguente (in lingua inglese).

Il link seguente "Water sampling strategy" (in lingua inglese) contiene la descrizione dettagliata di un procedimento integrato di campionamento applicabile all'interno del bacino del Mediterraneo per incrementare e preservare la qualità delle acque dallo smaltimento delle acque di vegetazione.